Tradizionalmente, con il termine “Epifania”, originato dalla parola greca epiphaneia, che significa “manifestazione”, si intende l’Epifania del Signore, celebrazione cristiana festeggiata il 6 di Gennaio. La festa come noi la conosciamo deriva dalle commemorazioni dei primi cristiani del II sec. d.C. che usavano celebrare alcune manifestazioni divine della vita di Gesù Cristo, tra cui l’adorazione dei Magi, il battesimo e il miracolo di Cana. Nella chiesa Ortodossa ancora oggi sono commemorati i tre eventi simultaneamente mentre nella tradizione cattolica tale ricorrenza ricorda soltanto l’arrivo dei Magi. Nelle varie culture la festa dell’Epifania è accompagnata da numerose tradizioni di diversa natura. In varie zone d’Italia, in particolare, è molto forte la tradizione della Befana, una vecchietta macilenta e cenciosa che, secondo la tradizione popolare, andrebbe per le case dei bambini a consegnare doni, ponendoli nelle calze della befana preparate dagli stessi bimbi in attesa dei regali. In Spagna invece a portare i doni ai bimbi non è la Befana ma gli stessi Re Magi.
L’Epifania è riconosciuta, e non solo in Italia, a tutti gli effetti anche come festa civile, oltre che liturgica.
Quando si pensa all’Epifania non si può non ritornare con la mente a quando, da piccoli, si era in trepidante attesa dell’arrivo della vecchina dalle scarpe rotte che avrebbe consegnato i giocattoli tanto desiderati durante l’anno e infilato mucchi di dolciumi nella calza appositamente preparata prima di andare a letto. Prima dell’influsso generato della globalizzazione, che dagli U.S.A. ha praticamente imposto l’importazione della figura di Babbo Natale (pochi sanno che l’immagine di Babbo Natale così come la conosciamo non è altro che il frutto delle campagne pubblicitarie di una nota bevanda analcolica) la Befana era la vera e propria star delle feste natalizie. Babbo Natale era praticamente sconosciuto nel Belpaese e i nostri nonni aspettavano tutto l’anno l’arrivo della macilenta vecchietta. Dopo un periodo di “crisi della Befana” pare però che la tradizione si stia rinvigorendo, grazie anche alle iniziative di alcuni comuni d’Italia, che hanno riportato in auge le celebrazioni legate a questa tradizione (da segnalare la fiera della Befana organizzata tutti gli anni a Roma). Si spera così che la Befana non venga mandata definitivamente in pensione dall’americanissimo Santa Claus.
Secondo un vecchio adagio “l’Epifania tutte le feste si porta via”. Allora perché non approfittare di quest’ultima occasione per godersi una splendida vacanza dell’Epifania? Molte famiglie infatti, dopo aver trascorso Natale e Capodanno in compagnia di amici e parenti, decidono di lasciare la propria città per raggiungere località, principalmente di montagna, magari approfittando del ponte dell’Epifania. Oltre alla neve però molti non disdegnano di approfittare delle vacanze dell’Epifania per effettuare piccoli viaggi di breve durata, magari rimanendo in Italia e visitando le città d’arte di cui il nostro Paese è ricchissimo. In molte città, in occasione dell’Epifania, vengono organizzate manifestazioni e celebrazioni del tutto particolari, a seconda della tradizione del luogo. A tal fine, numerosissime sono le offerte dei tour operators per trascorrere l’Epifania all’insegna del turismo e della cultura.
Cerca un Hotel per il tuo week end dell'Epifania
Cerca un Volo per il ponte dell'Epifania

   
 
Idee Regali
Hi-Tech
Giochi
Salute e Bellezza
Musica Libri Film