Festa d’importazione per eccellenza, ormai Halloween è festeggiato in ogni parte d’Italia. Le sue origini risalgono alle celebrazioni del capodanno celtico, detto Samhain, in cui venivano spenti i focolari domestici e appiccati grandi falò. La notte dello Samhain però era considerata fuori dal tempo, in quanto non appartenente né all’anno vecchio né a quello nuovo, una notte magica che apriva un varco fra il mondo dei morti e quello dei vivi. Perciò i Celti usavano lasciare del cibo a disposizione dei propri morti che tornavano dall’aldilà. Assieme alle anime dei defunti però potevano attraversare il confine anche elfi e fate, esseri che, nella cultura celtica, pur non essendo propriamente maligni, amavano fare scherzi ai vivi. Da qui la tradizione del “dolcetto o scherzetto”.
In tempi più recenti, tutte le tradizioni legate al vecchio capodanno celtico confluirono nella cultura americana, dando luogo ad una festa dedicata principalmente ai più piccoli, che nella notte del 31 ottobre, vanno in giro per le case in costume a chiedere dolcetti. Anche in Italia l’usanza di mascherarsi, partecipare a veglioni e party di Halloween è ormai molto forte e amata, tanto che il mercato dei costumi e dei dolci legati alla notte delle streghe offre una vasta scelta di articoli per organizzare feste in grande stile. Gradualmente anche da noi si è diffusa l’usanza, specialmente fra i bambini, di acquistare o confezionare un costume, possibilmente ispirato ai personaggi del mondo dell’occulto o delle favole. E così per le strade è facile vedere bimbi in costume da fantasma, da strega o stregone, da mostro, da folletto, etc. I negozi sono pieni di accessori, gadget e trucchi per personalizzare o arricchire il proprio costume, ma anche di set completi dedicati a chi non possiede la manualità o la fantasia necessarie a costruirsene uno. In bella mostra nei negozi di alimentari è invece la zucca, vero e proprio simbolo di Halloween, spesso usata, una volta svuotata della polpa, come lanterna in cui inserire candele accese. Molti sono i piatti a base di zucca consumati nella notte di Halloween ma anche i dolci sono modellati a forma di zucca o semplicemente colorati di arancione. Altra tradizione che rapidamente sta prendendo piede anche da noi è quella di passare la notte delle streghe in compagnia di amici e parenti ballando e divertendosi. Anche per Halloween 2011 moltissime sono le discoteche e i locali che in ogni parte d’Italia hanno organizzato esclusivi party all’insegna del macabro. Rigorosamente mascherati in pieno stile Halloween, i partecipanti a questi veglioni ballano e si divertono attendendo l’alba così come facevano gli antichi Celti più di duemila anni fa. Oggi i party di Halloween sono un’occasione per rompere la monotonia della vita quotidiana, fare festa e, perché no, fare nuove amicizie.